top of page

L'essenza strategica del CON: CONoscenza, CONdivisione, CONnessione (e CONtesto)

di Fabio Parolini e Paolo Valli



Essenza strategica del CON - BEEAIM

In un mondo dove l'individualismo sembra prendere il sopravvento, emerge un concetto tanto semplice quanto profondo: il CON. Questo prefisso, radicato nel cuore delle parole "CONoscenza", "CONdivisione" e "CONnessione", porta con sé un messaggio di unità e di forza collettiva che può trasformare radicalmente il nostro modo di vivere, di imparare e di interagire l'uno con l'altro... anche (e soprattutto) in contesti professionali e aziendali. Questo trinomio, infatti, non è solo un insieme di valori etici, ma rappresenta una leva cruciale per le organizzazioni che riconoscono il valore strategico delle persone.  

 

 

CONoscenza: conoscersi per capirsi e lavorare bene insieme 

 

La CONoscenza è il motore primario di ogni organizzazione. Ad un primissimo pensiero viene alla mente la conoscenza di informazioni, di nozioni, di dati utili. Non è però quella la CONoscenza che guida lo spirito di BEEAIM ed i progetti che creiamo per le persone. 

 

La CONoscenza, per noi, non è l'accumulo di informazioni, ma il processo attraverso il quale ci si può conoscere, le une/gli uni e le altre/gli altri. È un viaggio che inizia stimolando la curiosità e che si trasforma in CONoscenza reciproca, diventando un pilastro che facilita il cammino personale, collettivo, di team, di azienda. 

 

Non solo, crediamo che la vera magia della conoscenza risieda nella sua capacità di essere condivisa. Qui entra in gioco un altro aspetto fondamentale del CON: la CONdivisione. 

 

CONdivisione: amplificare l'impatto attraverso la collaborazione 

 

Condividere significa aprirsi. La CONdivisione della conoscenza crea ponti invisibili tra le persone, i team, le persone nelle organizzazioni, superando barriere spesso solo apparentemente insormontabili, come quelle, culturali e sociali. 

 

La CONdivisione è l’elemento fondante di una cultura organizzativa che incentiva la collaborazione aperta e trasversale tra le persone, facilitando l'accesso alle conoscenze e stimolando l'innovazione collaborativa. Una cultura che può essere seminata, nutrita, coltivata con cura e attenzione; o meglio, come diciamo in BEEAIM con tempo, dedizione, passione e metodo.  

 

In contesti aziendali e professionali, la CONdivisione rappresenta un pilastro fondamentale per lo sviluppo di una cultura organizzativa solida e per il raggiungimento di un vantaggio competitivo sostenibile. La promozione di un ambiente in cui i dipendenti si sentono incentivati a condividere idee, conoscenze e feedback è essenziale per stimolare l'innovazione e la creatività. Gli ambienti collaborativi facilitano la risoluzione dei problemi e la generazione di nuove idee, poiché le diverse prospettive vengono messe insieme per trovare soluzioni ottimali. La condivisione diventa così un catalizzatore che trasforma la diversità di pensiero in un asset strategico. 

 

Nella CONdivisione, quel CON assume un valore ulteriore in termini di Diversity, Equity & Inclusion e di sviluppo di una leadership inclusiva. Una leadership che pratica e promuove attivamente la condivisione contribuisce a creare un senso di appartenenza e di fiducia all'interno dell'organizzazione, incoraggiando le persone ad essere più aperte e partecipative, rafforzando così la coesione interna e l'engagement. 

 

E da questa unità nasce una nuova, potente, CONnessione. 

 

CONnessione: costruire reti di valore 

 

Strettamente correlate al concetto di CONdivisione sono le CONnessioni, essenziali per costruire un ambiente di lavoro positivo e per favorire un senso di appartenenza. Le connessioni che stabiliamo, basate su conoscenza e condivisione, ci permettono di sentirci parte di “qualcosa” dove poter portare (e ricevere) valore, che sia all’interno di una organizzazione aziendale o una community di professionisti, oppure nell’accezione più ampia di società civile dentro la quale costruire solide relazioni. 

 

Le CONnessioni possono migliorare il benessere delle persone, riducendo i livelli di stress e aumentando la soddisfazione professionale e personale. Promuovere iniziative che incoraggiano l'interazione sociale e la costruzione di relazioni solide è quindi cruciale per il benessere organizzativo... Non è un caso che per BEEAIM le CONnessioni sono un altro impostante tassello del nostro ESSERE. 

 

Non solo, le CONnessioni stimolano l'innovazione, poiché permettono di approcciare i problemi e le opportunità da prospettive diverse e complementari... Non c’è nulla di più efficace della diversità per rompere gli schemi, guardare le cose in modo nuovo, risolvere problemi o trovare nuove idee in modo creativo.  

 

CONtesto = Cultura e BENessere 

 

Nel mosaico del CON c’è un ulteriore importante tessera, quella del CONtesto che assume un ruolo di primaria importanza nel plasmare le dinamiche della cultura organizzativa ed i percorsi di crescita e sviluppo delle persone (e dell’organizzazione aziendale stessa).  

 

Avere cura del CONtesto significa comprendere come le relazioni interpersonali e la cultura aziendale influenzano direttamente le performance, l'innovazione, la crescita e il benessere delle persone (e, quindi, la salute stessa dell’azienda).  

 

Un CONtesto che si amalgama coerentemente con CONoscenza, CONdivsone e CONnessione, abbraccia: 

 

  • Una cultura aziendale forte e positiva, fattore chiave per promuovere l'engagement e stimolare l'innovazione. Investire nella costruzione e nel mantenimento di una cultura inclusiva, che valorizza la diversità, supporta la condivisione di idee e celebra i successi, è fondamentale per creare un ambiente di lavoro motivante e produttivo. 

 

  • Leader efficaci capaci di comunicare una visione chiara, ispirare e motivare i team, gestire efficacemente il cambiamento e promuovere un clima di fiducia e apertura. La capacità di guidare l'organizzazione attraverso periodi di cambiamento, mantenendo al contempo un focus sul benessere delle persone e sulle performance aziendali, è essenziale per navigare le sfide interne ed esterne. 

 

  • Una comunicazione interna efficace e coinvolgente. Strumenti di comunicazione che facilitano il dialogo bidirezionale tra management e staff contribuiscono a creare un senso di inclusione e partecipazione, rafforzando la cultura della condivisione e della collaborazione. Investire in strategie di comunicazione che valorizzino la trasparenza e l'apertura favorisce un clima di fiducia reciproca e di appartenenza. 

 

  • Lo sviluppo e la crescita delle persone. Un CONtesto organizzativo che promuove lo sviluppo professionale e personale dei dipendenti riflette un impegno a lungo termine verso la crescita sia degli individui sia dell'organizzazione nel suo insieme. Programmi di formazione, PerCorsi di crescita e opportunità di coaching e mentoring sono esempi di come le aziende possono prendersi cura del loro capitale umano. 

 

Per noi il CONtesto è il telaio su cui si intrecciano CONoscenza, CONdivisione e CONnessione. 

CONtesto significa riconoscere che ogni pensiero, azione o decisione non sorge nel vuoto, ma è profondamente radicato in un insieme di circostanze, culture, storie e relazioni che ci precedono e ci circondano. È comprendere che le nostre idee e persino le nostre aspirazioni (anche obiettivi aziendali) sono influenzate da un reticolo di fattori che vanno ben oltre l'individuo ma che senza di esso non trovano il modo per emergere. 

 

Il CONtesto non è solo uno sfondo passivo, ma un vero e proprio “attore dinamico” e un campo di forza che plasma attivamente la nostra esperienza.  

 

Le aziende possono essere il CONtesto dove vivere, insieme, la crescita? Per noi la risposta è sempre sì. 

 

La BEEHouse, per esempio, è il CONtesto dove vivere la crescita e dare un senso alle altre tessere del mosaico del CON. 

Comments


bottom of page